Skip to main content

Maria Teresa Ferretti: una Vita per la Memoria di Gianni Rodari

Maria Teresa Ferretti nasce a Rubiera di Reggio Emilia il 12 ottobre 1927; alla morte del padre, e tra le traversie della guerra, la mamma e i quattro figli (Maria Teresa era la più piccola) si trasferiscono a Modena. Qui Teresa lavora come segretaria della «Permanenza deputati», l’ufficio per i rapporti tra i parlamentari eletti col gruppo del Fronte popolare democratico e gli elettori; è qui che conosce Gianni Rodari, dal 1948 inviato speciale dell’Unità di Milano.

Nel 1953 si sposano e si trasferiscono a Roma dove Gianni era stato chiamato per fondare e dirigere insieme a Dina Rinaldi il «Pionere», settimanale dell’Associazione Pionieri d’Italia. Nel 1957 nasce Paola, la loro unica figlia.

Maria Teresa, dopo la prematura morte del marito, inizia un lavoro incessante di conservazione e di promozione della sua opera: con la collaborazione di Giorgio Diamanti avvia la catalogazione di tutte le edizioni delle opere (italiane e straniere) e la ricerca degli innumerevoli scritti giornalistici pubblicati su quotidiani e periodici. In questo processo di definizione della figura e dell’opera di Rodari fondamentale è stato il contributo offerto da Marcello Argilli, Carmine De Luca e Pino Boero, che ancora oggi continua a essere il punto di riferimento per ogni studioso.

Maria Teresa ha accompagnato anche la nascita ad Omegna, città natale di Rodari, del nostro Parco della Fantasia e l’ha fatto con impegno e dedizione e anche per questo, l’abbiamo sempre considerata una di noi.

Assistita dalla figlia, è mancata a Trieste il 15 febbraio 2024 all’età di 96 anni e per sua esplicita volontà, è stata sepolta con il marito al Cimitero Monumentale del Verano di Roma.

Maria Teresa è stata – come ricorda la figlia –  una donna energica ed ostinata ma anche allegra e gentile, amata ed apprezzata dai molti che l’hanno conosciuta!

Leave a Reply